Il blog chiude

Il titolo dice tutto, da oggi questo blog è ufficialmente chiuso. La notizia era già nell’aria per voi che ci seguite più assiduamente, non abbiamo più pubblicato articoli da dicembre scorso e non ci siamo più fatti sentire, quindi era prevedibile che sarebbe finita così. È stata una scelta sofferta perché abbiamo aperto questo blog con tantissima passione lo scorso Maggio, l’abbiamo portato avanti con determinazione e con tanta voglia di fare, cercando di darvi le nostre conoscenze e mostrarvi la nostra passione, e speriamo di esserci riusciti. I nostri articoli non sono stati sempre puntuali per via dei tantissimi impegni nella real life, a cui oggi dedicheremo completamente il nostro tempo. Purtroppo non abbiamo più tempo da dedicare al blog, seppur lo vorremmo.

Se ci hai seguiti fino ad oggi, volevamo solo dirti: Grazie. È grazie anche a te se questo progetto ha avuto così tanti mesi di vita, ed è grazie a te se è stato in piedi fino ad oggi. Siete stati numerosissimi visto l’argomento decisamente di nicchia, e siete stati il nostro orgoglio. Non avete nulla di cui rimproverarvi, siete stati fantastici. Il blog chiude semplicemente per mancanza di tempo nostra. Gestire un blog non è una cosa facile, e spesso capitano problemi di server e così via. Stargli dietro è davvero dura… Anzi, non è tanto dura: richiede tempo. Cosa che come abbiamo già detto non abbiamo più.

Ringraziandovi per tutti i bei momenti trascorsi insieme, e per i tanti complimenti che ci avete fatto fino ad ora, oggi le nostre strade si dividono qui. Credo che nelle prossime settimane organizzeremo una cena d’addio, a cui potrà partecipare chiunque vorrà. Vi faremo sapere sul blog. Nel caso in cui non ci facessimo sentire, invece, vorrà dire che la cosa non è stata ancora organizzate oppure (ovviamente) ci saranno stati altri problemi. O che avremo cambiato idea, non prendetela come una cosa certa.

Detto questo… Addio. E chissà, magari un giorno ritorneremo.

Annunci

Elettricità e sicurezza – Parte 2

Salve a tutti, e scusate per il ritardo cui vi porto questo articolo, purtroppo sono stato molto impegnato nell’ultimo mese. Con ritardo vi porto la seconda parte della guida “Elettricità e sicurezza”, che conterrà gli altri tre suggerimenti fondamentali per quel che riguarda la sicurezza nell’utilizzo degli strumenti elettrici. Nell’articolo precedente vi ho messi in guardia dall’usare gli strumenti elettrici mentre avete le mani bagnati oppure di metterli a contatto con l’acqua, vi ho suggerito di usare prese salvavita e vi ho suggerito di non surriscaldare le prese. Passiamo quindi, adesso, al resto dei suggerimenti.

pericolo corrente elettrica

  1. Quando pulite il vostro strumento elettrico, staccate sempre la corrente. Capita spesso di dover fare della manutenzione al proprio apparecchio elettrico, e spesso si entra a contatto con parti dell’oggetto molto delicate che normalmente non si toccano. Queste parti potrebbero essere oggetto di passaggio di energia elettrica, e toccando quelle parti rischiate di folgorarvi. Il mio consiglio, forse un po’ banale, è quello di spegnere sempre il vostro apparecchio prima di effettuarne la manutenzione, ma soprattutto staccatelo dalla presa. Così non correrete alcun rischio e potrete effettuare la manutenzione in tutta tranquillità.
  2. In bagno fate attenzione all’uso degli strumenti che fanno uso di elettricità.  Questa cosa per certi versi l’abbiamo già trattata nel primo punto della prima parte di questa guida, ma non abbiamo precisato questa cosa. Fate meno uso possibile di strumenti elettrici quando siete in bagno, per il semplice fatto che è un luogo dove solitamente c’è molta acqua e c’è il serio rischio che strumenti elettrici ed acqua entrino in contatto, anche per caso fortuito. E se proprio dovete usarli in bagno, usate delle prese che siano lontane da vasche da bagno, lavandini, docce e così via. In questo caso, inoltre, premunitevi di un interruttore differenziale ad altissima sensibilità. Questo dovrebbe consentirvi una maggiore sicurezza.
  3. Non abbiate paura di chiedere consiglio agli esperti. Se siete indecisi su qualcosa, oppure avete qualche dubbio, non abbiate timore di parlarne con degli esperti del settore elettrico. Può sembrare banale, ma sono lì apposta per voi, fanno quel lavoro per aiutarvi. Non abbiate timore di rivolgergli la parola se serve per salvaguardare la vostra vita.

Elettricità e sicurezza – Parte 1

Quando si ha a che fare con dei prodotti elettrici, una cosa di vitale (letteralmente) importanza, ma a cui spesso non si pone la giusta attenzione, è senza alcun dubbio ciò che riguarda la sicurezza.
Ecco quindi una lista di consigli utili per chi ha quotidianamente a che fare con elettrodomestici e con  strumenti elettrici di ogni tipo. Ritengo sia giusto che un blog come il nostro tratti anche temi legati alla sicurezza sull’utilizzo dei prodotti elettrici, e lo faremo in due parti. Ma iniziamo subito con i primi consigli.

 

presa-elettrica

  1. Non fate entrare in contatto il vostro prodotto elettrico con l’acqua. Questa è una delle cose più ovvie in assoluto, e probabilmente sarà la scoperta dell’acqua calda per molti. Ma non per tutti. Conosco diverse persone adulte che ad oltre 30 anni non sapevano ancora questa cosa, ed è una cosa gravissima secondo me. È giusto scriverlo: Non maneggiate i vostri strumenti elettrici se avete le mani bagnate, e soprattutto non fare entrare in contatto con l’acqua un prodotto che funziona sull’elettricità. L’acqua è termoconduttiva, e c’è il serio rischio di rimanere folgorati.
  2. Prestate attenzione alla messa a terra ed usate un interruttore differenziale salvavita. È di grandissima importanza avere in casa delle prese con la messa a terra, oltre che ad utilizzare interruttori differenziali salvavita. Queste due cose, per quel che riguarda la sicurezza maneggiando gli strumenti elettrici, sono fondamentali. In caso di problemi o cortocircuiti, infatti, la messa a terra disperde nel terreno la corrente statica accumulata, invece che nelle vostre mani al prossimo utilizzo. Utilizzare un interruttore differenziale salvavita è invece utile per un altro motivo. Se, infatti, entrerete in contatto diretto con un trasmettitore di elettricità, l’interruttore se ne accorge e ferma all’istante ogni “trasporto” di energia elettrica all’interno del dispositivo che avete toccato. Questa precauzione è utile, così non avrete il rischio di rimanere folgorati… ma il dolore della scossa lo sentirete comunque. Quindi fate attenzione a non toccare fili e cose varie, l’interruttore differenziale salvavita deve entrare in azione solo in caso tocchiate fili ed altri conduttori senza volerlo!
  3. Non infilate troppe spine nella stessa presa. Questa può sembrare una cosa banale, ma non è così. Spesso mi capita di vedere delle cose assurde, del tipo che in una presa c’è infilata un’altra presa multipla a cui è collegata un’altra presa multipla. NON FATELO! E se lo state facendo… SMETTETELA! Questa cosa è terribile dal punto di vista della sicurezza.  Facendo così le prese si sovraccaricano di corrente, rischiando di generare del surriscaldamento nella presa ed un possibile cortocircuito, da cui potrebbero scaturire anche un incendio oppure più semplicemente rovinare tutto il vostro impianto elettrico casalingo.

Parliamo dei forni elettrici a colata

Salve a tutti.

Essendo questo un blog sugli strumenti elettrici, ci sembra giusto affrontare anche qualche tema tecnico. Parleremo oggi dei forni elettrici a colata, e di come essi stanno aiutando enormemente le fonderie moderne.

Esigenze della fonderia moderna

La sempre maggior richiesta di migliorare le condizioni ambientali, migliorare la qualità e ridurre i costi, ha condotto ad un crescente interesse ad automatizzare i processi di produzione in fonderia.

Inoltre, ai giorni nostri, le fonderie puntano principalmente al miglioramento tecnologico ed al risparmio economico, impiegando sempre più e nuovi computer per le operazioni di controllo carica, analisi e temperatura, impianti di recupero calore, terre etc., impianti superautomatici di formatura, robot di sbavatura e di collaudo.

Problemi delle fonderie automatiche

Il problema principale delle fonderie automatiche moderne, però, è rappresentato dalla sincronizzazione tra il reparto di fusione e la linea di formatura. Questo perché il cinquanta percento delle interruzioni produttive è dovuta dall’attesa del metallo.

Come soluzione a questo problema, di recente sono nati i forni elettrici a colata.

Forni elettrici a colata automatica

La colata automatica (e quella a pressione ne è lo sviluppo tecnologicamente più evoluto) permette di dare molte risposte positive a problemi organizzativi mettallurgici, economici, produttivi ed ambientali, al punto da giustificare non solo l’investimento ma bensì da costituire addirittura un punto di partenza.

forno elettrico a colata

Si tratta sostanzialmente di un forno ad induzione normalissimo, ma con la prerogativa fondamentale di avere la bobina che circontenziaria tutto il metallo, sifoni compresi. Per cui i sifoni sono riscaldati per induzione e raggiungono la stessa temperatura della parte centrale.

Il principio è molto semplice: si mette in pressione la parte centrale del corpo del forno pressando con del gas (in aria o non) e il metallo, attraverso il sifone riscaldato di uscita, attraverso il canalino di colata fuoriesce perché è movimentato da un tappo che apre e chiude per riempire le forme.

In conclusione

In conclusione, il vantaggio fondamentale dell’uso di questo tipo di forno nelle fonderie è il fatto che sia molto simile ai classici forni ad induzione, con però la bobina ellitica che circonda il metallo, in modo da creare il campo magnetico all’interno e mantenere tutto il metallo alla stessa temperatura. Questo è il principio fondamentale, e questo accade perché i due sifoni elettrici sono riscaldati e tutto il metallo è alla stessa temperatura.

Parliamo di Bistecchiere Elettriche

Cos’è l’estate se non si fa una bella grigliata all’aperto coi propri amici e o parenti? Tuttavia, non sempre si ha la possibilità o la fortuna di vivere in campagna oppure di trovare un bel posto all’aperto dove fare una bella grigliata in compagnia. Ecco perché la tecnologia delle bistecchiere elettriche ci viene in soccorso, permettendoci di fare una griglia senza preoccupazioni e senza problemi direttamente dal nostro balcone di casa.

ariete-bistecchiera-elettrica

Perché la bistecchiera elettrica è migliore: è senza restrizioni

Abbiamo detto che spesso si è costretti a fare una grigliata a casa. C’è da dire, però, che anche fare una grigliata in casa potrebbe portare a dei problemi. Infatti, molti condomini e case in generale hanno restrizioni su barbecue a fiamma libera. A causa di ciò, spesso si è impossibilitati ad usare una bistecchiera a carbone oppure a gas in casa propria o nel proprio balcone. Se non si vuole rischiare l’ira dei vostri vicini o dei vostri condomini, oppure per evitare di rischiare di essere sbattuti fuori dagli amministratori del condominio, la soluzione più giusta e intelligente è quella di utilizzare un barbecue elettrico. Questo, infatti, permette di accontentare tutti. Potrai cuocere in tutta tranquillità a casa tua, evitando l’ira della gente che ti sta intorno. Ovviamente, però, potrai anche usarlo all’aperto.

Ripulire una bistecchiera elettrica è più sicuro e facile

Utilizzare l’energia elettrica, di solito, è un modo molto più sicuro di cucinare. Non c’è fiamma o carbone, non ci sono serbatoi pressurizzati, e diversamente dal vostro delizioso profumo della vostra solita cottura dei cibi, non ci sono fumi.
La maggior parte dei barbecue elettrici possono essere facilmente ripartiti per la pulizia, e sono spesso antiaderenti. Sono anche meccanicamente semplici, che li rende leggeri e comodi in pochissimo spazio. Detto questo, non siamo qui per parlare dei pregi delle bistecchiere elettriche, bensì siamo qui per spiegare come fare una bella grigliata, evitando i problemi più comuni, in modo da crearsi un bel ricordo, soprattutto in vista dell’estate.

Le 5 griglie per una bella esperienza

Torniamo al discorso principale. Per provare il meglio, abbiamo acquistato cinque griglie elettriche e le abbiamo messe alla prova. Sulle griglie abbiamo cotto delle pannocchie (ancora nella buccia), peperoni rossi interi, spiedini di verdura composti da delle fette di: zucchine, zucca gialla, e cipolla rossa. Abbiamo anche cotto un hamburger, dei magri e dei petti di pollo disossati. Abbiamo optato per cuocere solo le cose semplici che utilizzano solo sale, pepe e olio extravergine di oliva come condimento. Poi abbiamo dato la parola alle griglie. Ed ecco quali sono i prodotti più degni di nota, secondo noi:

  • Weber Q 140 Electric Grill
    weberq140
    Prezzo: 280 €
    Altezza: 30 centimetri
    La Weber Q 140 dispone di una griglia di cottura realizzata in ferro e in porcellana smaltata che racchiude 480 centimetri quadrati di superficie della bistecchiera e un ingombro 68 cm x 50 cm.
  • Char-Broil Patio Bistro
    Char-Broil Patio Bistro
    Prezzo: 179€
    Altezza: 1 metro
    Potenza: 1750 Watt
    Questo è un nuovo modello di Patio Bistro, che prende l’eredità del vecchio modello di cui sarete sicuramente a conoscenza. C’è poco da dire al riguardo, è davvero ottimo.
  • Aussie 9329W
    Aussie 9329W
    Prezzo: 220€
    Altezza: 1200 cm
    Questo è stata l’unica griglia del nostro test ad avere tre angoli di cottura. Queste erano: cottura diretta, indiretta, e rosticciera.
  • Cuisinart CEG-980
    Cuisinart CEG-980
    Prezzo: 180€
    Altezza: 500 cm
    Il suo unico difetto è che ha molti pezzi di plastica, quindi c’è il rischio che si stacchino, soprattutto col calore. Ad ogni modo lo consigliamo vivamente per la cottura di verdure. Sconsigliato per la carne.
  • Kalorik GRB 32231 S
    Kalorik GRB 32231 S
    Prezzo: 199€
    Altezza: 900 cm
    Questa griglia è stata l’unica ad offrire unicamente una cottura diretta. È consigliata per essere usata sia all’esterno che all’interno di abitazioni.

Bene, per il momento è tutto. Appena ne avremo la possibilità, recensiremo altri prodotti, di altri argomenti!

Fate attenzione prima di usare un prodotto elettrico!

L’uso improprio dei prodotti elettrici è una delle cause principali di incendi accidentali nelle case italiane e il numero è aumentato di oltre un terzo negli ultimi anni.

Milioni di persone commettono errori di sicurezza elettrica di base, in casa o nel proprio appartamento, senza rendersi conto di esporsi al rischio di incendi, di scosse elettriche e altri incidenti.

Attualmente, nella società attuale, stiamo usando sempre più apparecchi elettrici in casa. Solo venti anni fa, per fare un esempio, le case degli Italiani avevano a mala pena un sistema hi-fi e una TV. Al massimo con un videoregistratore. Oggi, è probabile che ci siano almeno due televisori, un lettore DVD, un ricevitore satellitare, console per giochi (PS4/Xbox), microonde, computer e altro ancora. Quindi, il rischio di incidenti elettrici in casa è molto più alto rispetto a prima.

Prima di iniziare a pubblicare contenuti sul nostro blog, quindi, il consiglio che vi diamo è quello di fare attenzione quando utilizzate uno strumento elettrico. Prendete i nostri suggerimenti come informativi ed assumete tutte le misure di sicurezza del caso prima del loro utilizzo. Se dovesse accadere qualcosa, sappiate che noi ci riterremo esulati da ogni responsabilità. Detto questo vi do il benvenuto sul nostro blog a tema di prodotti elettrici!